FOCUS - Entusiasmo decaduto, paese perduto

Ebbene, cari lettori, non finiscono le sorprese che riguardano la titanica impresa di qualche balordo che sembra proprio a tutti i costi volere la fusione quarnese; già, perché Quarna è una meta ambita tanto da essere obiettivo non più solo della vicina Loreglia, in valle Strona, ma anche della confinante capitale cusiana Omegna.
   Quarna unita sembrava un traguardo oramai raggiunto, messi da parte i tradizionalismi, lasciando un piccolo spazio al progresso anche in vista di un potenziale ingresso economico. Solo due sono state le personalità che hanno riunito le Quarne: il Duce e don Casimiro; il primo unificò gli enti ma non la gente, il secondo la gente ma non gli enti. La missione di padre Casimiro è stata un successo; ci sono voluti sette anni ma alla fine è riuscito a domare gli attriti da campanile e a radunare attorno a sé un'unica Quarna: chi è vicino al mondo religioso e chi no, giovani e anziani, Quarna Sopra e Quarna Sotto. Nessuna pozione magica ma grande entusiasmo e voglia di rinnovamento, elementi di cui necessitavamo (e, utopicamente parlando, necessiteremmo ancora oggi). Due soli anni sono bastati ad annullare quest'incantesimo e a perdere quello spirito di vicinanza e comunanza tutta quarnese che HurtigherBlog, fin dalla sua origine, ha cercato di raccontare. Ma il destino ha scelto per noi e credendo di aver dato abbastanza, ha voluto allontanare il sacerdote dalla nostra realtà e quelli che raccogliamo ora sono i frutti della decadenza e della perdita proprio di quell'entusiasmo maturato in tutti noi quarnesi nei sette anni in cui don Casimiro è stato tra noi presente; ora, più che mai, la sua mancanza si sente, ma questa è un'altra storia.
   Quarna è una grande potenzialità, una piccola realtà che vuole mantenere le proprie tradizioni e la propria indipendenza, una grande famiglia che deve supportarsi a vicenda, un tramite tra passato e futuro, che deve vivere per trasmettere ai posteri e consegnare alle città la concreta esistenza di luoghi un po' anacronistici contro la sempre più frenetica realtà, dove rigenerarsi nel fisico e nello spirito, dove trovare accoglienza e riparo. Per sopravvivere, però, serve il nostro sforzo, serve la nostra fusione.

Commenti

HurtigherBlog

Dal 2013 HurtigherBlog presenta al grande web le attività dei piccoli paesi quarnesi, cercando di raccontare questo piccolo territorio montano, ricco di iniziative che nascono dal lavoro in team tra Comuni, Parrocchia, Pro Loco e le diverse associazioni di volontariato. A dimostrarlo sono gli oltre 350 post pubblicati nel sito, che hanno ricevuto come risposta oltre 80 mila visite.
Il carburante di questo piccolo spazio di rete? Le tue visualizzazioni e condivisioni. Se hai letto anche questo, sono felice di ammettere che molto probabilmente questo sito ti piace e spero continuerà a piacerti. Cerca HurtigherBlog su Facebook e clicca "Mi piace" per rimanere sempre aggiornato! Grazie per essere qui!

Edoardo Casotti